Tag

, , ,

image

“Per quanto paradossale questo possa apparire, affermiamo senza timore che la materia si rivela essere l’intermediario, ad un tempo il migliore ed il piu’ sicuro, per l’accesso al regno del meravigliso. I veri esoteristi sanno che le operazioni descritte dalle opere sono chimiche soltanto a prima vista; che i termini e le operazioni utilizzate non si riferiscono ai lavori del laboratorio, ma all’esperienze che l’alchimista effettua su se stesso. Per essi, l’artista sublima la propria anima o pittosto il proprio spirito, attraverso l’ascesi del corpo, quest’ultimo costituendo l’athanor, la prima essendo presa come materia, e tutti e due indispensabili alla Grande Opera. E’ importante che non si dimentichi mai che l’Alchimia è, prima di tutto, la disciplina esoterica per eccellenza, che esige alla base uno stato d’animo e di coscienza, ove il disinteressamento non ha eguali che nel costante desiderio di amare e di conoscere. Niente può essere compiuto senza amore, se non nell’allontanamento da ogni perfezione. Amore e conoscenza: bisogna compenetrarsene, offrirsi nella dualità inseparabile che presiede agli sforzi di ogni reale ed umano progresso”. (Canseliet. Da prefazione al Mutus Liber, l’Alchimia e il suo Libro Muto)
Perchè amore e conoscenza appaiono indissolubili?….Perchè sono l’uno la metafora dell’altro, perchè la vita è un processo di conoscenza, la conoscenza è un processo di relazione e la relazione è un processo d’amore. (C.F.)

image

 

 

Annunci