Tag

, ,

image
“Il nostro cuore è un tesoro, spendetelo in un sol colpo e sarete rovinati”
(Honoré de Balzac, Papà Goriot, 1834)

“Nella lingua degli Adepti si chiama Toson D’oro la materia preparata per l’Opera e lo stesso nome viene dato anche al risultato finale” (Fulcanelli)

image

Il Tesoro è sempre “nascosto”, spesso “sotterrato” e soprattutto “sine domino”, senza padrone, poiché non vi è mai un “legittimo” proprietario, poiché da chi l’ha raccolto a chi dovesse trovarlo vi è spesso una “proprietà” transitiva necessaria, affinché il tesoro sia il legittimo “soggetto” di se stesso. Inoltre deve essere prezioso per chi lo possiede (benché possesso transitorio) da non poterlo esporre a nessuno (per cui l’essere celato) e nello stesso tempo usufruito in maniera parcellare, onde non renderlo troppo manifesto. Infine la sua singolarità fa sì che chiunque lo possiede o lo desidera sia disposto a sacrificare la vita stessa, o spenderla per esso. Quindi è una infinita ricchezza o una ricchezza di significati infiniti, un patrimonio mobile nello spazio e un valore “immobile” nel tempo, dona forza e potere nella vita oppure è esso stesso forza e potere vitale. Infine è il fine della vita ed il suo stesso simbolo…

image

“Là dov’è il tuo tesoro, sarà anche il tuo cuore”
(Gesù di Nazareth, Vangelo secondo Matteo, I sec.)

Annunci